Prima di dar per scontato l’avvento della “democrazia illiberale”…

E così, in men che non si dica, ci stiamo trovando avvolti nella nuvola della “democrazia illiberale” o, in altra salsa, della “democrazia totalitaria”, nel trattamento delle terze pagine dove si arriva al punto dopo dieci dotte citazioni, dopo sottili confronti di scuole e con i punti di domanda che Norberto Bobbio ha insegnato nei suoi codici sulla mitezza intellettuale.
Il clima è più o meno quello che circondò la nuvola contro la “democrazia liberale” di cento anni fa.
Allora i muri e le piazze raccoglievano il malcontento verso la visione elitaria post-risorgimentale e, tric-trac, un bel giorno il cambio comunicativo divenne irreversibile.
Oggi la piazza virtuale fa credere ad una vera e propria tenaglia di popolo. Poi vanno sottratti i retweet e gli incursori russi. Così il conto si fa più modesto.
Ma soprattutto siccome nell’età della Costituente la democrazia liberale elitaria ha riassunto il grande impegno dei migliori nostri pensatori del ‘900 per diventare “democrazia liberale-sociale”, adesso, francamente, avremmo qualche strumento in più per reggere l’urto.
Se la cultura liberale non gliela fa da sola, per le troppe sventole ricevute, si ricordi che il cattolicesimo liberale-sociale era ed è in prima fila contro la deriva populista. I fondi del Corriere di questi giorni – a cominciare da quello del direttore Fontana – ricordano che è il momento di svegliare i distratti. Non è detto che i partiti suonino le corde giuste per rifare i conti attualisticamente con la storia. Appunto perchè tutti i partiti, purtroppo, hanno applicato il taglio della memoria per adattare alla dequalificazione la parte prevalente dei loro gruppi dirigenti. Ma non ci sono solo loro nel problema di questa sveglia collettiva.

PS – Su questa materia Fondazione “Francesco Saverio Nitti” (il maggior pensatore politico di ispirazione liberal-radicale del ‘900) sta profilando il programma del centenario del “governo Nitti” e dei caratteri della Pace di Parigi (1919) per dare il proprio contributo.

L'immagine può contenere: 1 persona, fumare 

1 thought on “Prima di dar per scontato l’avvento della “democrazia illiberale”…”

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *