70 anni della (non scontata) Dichiarazione Universale dei Diritti Umani

  

9 dicembre 2018

Il 10 dicembre 1948, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, in sessione a Parigi,  approva e proclama, con la risoluzione 217 A,  la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.

Domani ricorre dunque il settantesimo anniversario di questa carta fondamentale resa possibile dal clima di riappacificazione e di conciliazione maturato dopo la tragedia della seconda guerra mondiale. Una carta che nessun cittadino deve considerare riferita a “diritti scontati” sia perché in mezzo mondo quasi tutti i 30 articoli sottoscritti in quella data dal consesso delle Nazioni subiscono deroghe, attacchi, smentite, violazioni; sia perché anche molti paesi che allora sottoscrissero esprimono – o hanno espresso nel tempo – governi lontani da quello spirito e da quelle volontà.

Come ha ricordato oggi Massimo Cacciari intervenendo a “Più liberi, più liberi” a Roma a proposito di questa ricorrenza, la sempre più frequente affermazione “prima gli americani”, “prima gli ungheresi”, “prima gli italiani” costituisce oggi la più evidente e chiara violazione di quella carta, per il semplice fatto che se si tratta di “diritti umani” essi devono riguardare tutti allo stesso modo e per pari condizioni. Eccetera, eccetera.

Leggere o rileggere quel testo è cosa di pochissimi minuti. Ma molto consigliabile. Perché questa carta (pur non prevedendo diritti umani nel frattempo oggettivamente maturati, per esempio quelli ambientali) racchiude il patrimonio morale ancora oggi più importanti per farci capire che è possibile nell’età contemporanea percepire insieme il senso e lo spirito della storia e andare nella giusta direzione. E che basta poco, pochissimo, per smarrire quella strada.

Nel sito dell’ONU a questo link

https://www.ohchr.org/EN/UDHR/Documents/UDHR_Translations/itn.pdf

 

Nelle foto, l’assemblea del 10 dicembre 1948 , Eleanor Roosevelt presenta la Dichiarazione.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *