Home Pubblicazioni Le nostre storie Commenti www.viacialdini.it (5 febbraio 2010)
www.viacialdini.it (5 febbraio 2010)
5 febbraio 2010
di Michele Luongo
Marco Pannella con Stefano  Rolando – Le nostre storie sono i nostri orti / ma anche i nostri ghetti . Leggere le parole di Marco Panella è  sempre interessante, ma nella sua vita non gli è stato mai facile potere spiegare il suo linguaggio i suoi ideali, il suo cammino di libertà , pur essendo un grande comunicatore, per farlo,  più volte,  è stato costretto alla lotta non violenta dello sciopero della fame. Un libro intervista “ Marco Pannella con Stefano Rolando  (  Ed. Bompiani, RCS Libri -novembre 2009, ISBN 978-88-452-6439-9 – Pag. 203 euro 15,00 ) –  “Le nostre storie sono i nostri orti , ma anche i nostri ghetti”. Una citazione che  racchiude il valore del personaggio, sessantacinque anni   di politica attiva sullo scenario nazionale e internazionale. Marco Pannella come sempre non ha peli sulla lingua, il suo linguaggio è immediato, diretto. Già la premessa una breve citazione: “Nella storia incontri tutti, mentre nel presente incontri solo chi ti pare e se sei al potere solo chi ti fa comodo” , ci coinvolge nella lettura. L’introduzione, un sunto della sua vita dal titolo: “Ma quale teatrino?”  è da leggere tutto d’un fiato. La prima domanda di Stefano Rolando: “ Marco Pannella in che mondo viviamo?” ci trasporta subito nell’universo, un  Pannella  saggio, ma , nonostante la sua età, ancora leone ruggente. Pier Paolo Pasolini, Elsa Morante, Alberto Moravia, Leonardo Sciascia, Alberto Spinelli, Ernesto Rossi, Enzo Tortora , Il Dalai Lama, solo per citarne alcuni , ma sono tanti, tanti i personaggi con i quali ha intessuto la storia del nostro Paese. Protagonista  di cambiamenti sociali , ma è la storia dell’uomo, del politico Marco Pannella che ha saputo sempre guardare lontano,  essere sempre un passo più avanti, così come con il divorzio, così con i  Referendum, così con le sue iniziative che  hanno permesso di formare la maggioranza all’ONU contro la pena di morte, così per quella visione internazionale, così  “Radicali”  semplicemente  per essere sempre portatori di proposte . Oggi Marco Pannella è più attuale che mai, la necessità delle riforme costituzionali di cui ora tutti  parlano, ancora una volta dimostrano il suo spessore politico,  essendo  ininterrotta la sua  denuncia della partitocrazia italiana  che ha occupato lo Stato. Alla domanda: “Ma può un politico non essere politico?” , Pannella risponde: “No, ma deve “creare” politica…” .  Ottant’anni, sessantacinque anni di impegno civile e  politico, trent’anni di europarlamentare, una ricchezza ancora tutto scoprire, da leggere. Marco Pannella c’insegna il rispetto dell’individuo,  c’invita alla riflessione:  Le nostre storie sono i nostri orti / ma anche i nostri ghetti .
 Marco Pannella i suoi ottant’anni
Ed. Bompiani, RCS Libri -novembre 2009
Pag. 203 euro 15,00
ISBN 978-88-452-6439-9