Home News
News

25

Mar

2015

Sulle duichiarazioni del Sindaco di Milano Giuliano Pisapia (23.3.2015)
http://www.stefanorolando.it/index.php?option=com_content&view=article&id=1422:memento-dopo-le-dichiarazioni-di-giuliano-pisapia-arcipelagomilano-23315&catid=39:testi&Itemid=63
 

24

Feb

2015

Forum Brand Milano (19 e 20 febbraio 2015) - Documentazione
La documentazione (testi,video, foto) di Forum Brand Milano, svoltosi a Palazzo Greppi (Università degli Studi di Milano) il 19 e 20 febbraio 2015 è accessibile al sito brandmilano.org al seguente link
http://www.brandmilano.org/mostre-eventi/eventi/forum-brand-milano/
 

26

Gen

2015

Fondazione Nitti. Lettera al Quotidiano della Basilicata
Lettera pubblicata dal Quotidiano della Basilicata (25.1.2015)

In relazione all’articolo “Fondazione Nitti snobbata” pubblicato oggi sul Quotidiano della Basilicata
(
http://www.ilquotidianodellabasilicata.it/.../Fondazione...
)
tengo a dire tutta la estraneità, 
mia e della Fondazione, a far circolare corrispondenza riservata con il presidente della Regione Basilicata dott. Marcello Pittella. Il quale, comunque, ha favorito l’assemblea dei Soci svoltasi – come riferisce il giornale – nel mese di dicembre a Potenza con esiti che sono apparsi rassicuranti. Non si tratta solo di impegni economici, ma di modalità e certezze decisionali. Mi auguro ancora che, senza fare allarmismi, sia possibile verificare nei tempi più stretti le condizioni di funzionalità della Fondazione e procedere di conseguenza all’aggiornamento degli organi sociali e agli adempimenti attorno al Piano di lavoro che è pronto da tempo ma ancora non varato. Prof. Stefano Rolando Presidente della Fondazione Francesco Saverio Nitti Melfi, 23 gennaio 2013
 

18

Dic

2014

Citytelling (Stefano Rolando, EGEA). L’anteprima milanese alla Triennale
 
alt  alt

alt  alt

 
(Nota di Rivista italiana di comunicazione pubblica, 17.12.2014 – h.20)

Confronto serrato e differenziato alla Triennale sulle due principali questioni poste dall’ultimo libro di Stefano Rolando (Citytelling.
Raccontare le identità urbane. Il caso Milano
, edito da Egea-Bocconi, prefazione di Gianluca Vago, in libreria dai primi di gennaio 2015):
  • la milanesità è ancora parte del patrimonio simbolico di Milano?
  • la città è pronta ad una nuova complessa narrazione partendo dalle trasformazioni che sta vivendo.
Andrea Cancellato (direttore della Triennale) ha collocato il contributo del libro nel quadro del lavoro al servizio della città che Comitato Brand Milano (ora radicato  in Triennale) va svolgendo a fronte di un impegnativo 2015.
Antonio Calabrò (Fondazione Pirelli Assolombarda) ha posto l’esigenza di conservare la centralità dei processi produttivi della città nel rapporto tra tradizione e innovazione che sono il cuore della cultura identitaria di Milano.
Davide Milani (responsabile della comunicazione della Diocesi) ha centrato sul Duomo il cuore del racconto simbolico che lega il borgo alla grande Milano e lega la storia al futuro.
Patrizia Rutigliano (direttore RE Snam e presidente Ferpi) ha proposto la nuova cultura di impresa come una delle trasformazioni in corso verso una più diffusa idea di sostenibilità.
Paolo Verri (Padiglione Italia Expo) ha sollecitato la città e la sua amministrazione a vivere in modo più protagonista la gigantesca opportunità di cavalcare e non subire il surf sostituito da Expo.
Piero Bassetti (presidente Globus&Locus) ha introdotto il tema dell’elaborazione di una nuova idea astratta della simbolicità della città possibile coniugando le radici locali alla globalità della proiezione economica e culturale di Milano.
Cristina Tajani (assessore all’Innovazione) ha sottolineato il carattere plurale e non verticalizzato del dibattito pubblico che Milano sta affrontando in materia di branding pubblico.
Stefano Rolando (autore del libro e presidente del Comitato Brand Milano) ha ringraziato per la partecipazione e la qualità de contributi, segnalando gli spunti metodo generale per una innovazione disciplinare rappresentata dalla prima parte del libro e lo spirito civile di rilancio del dibattito pubblico sull'identità rappresentata dalla seconda parte del libro. 

IN QUESTO SITO TESTO INTERVENTO CONCLUSIVO STEFANO ROLANDO AL LINK
http://www.stefanorolando.it/index.php?option=com_content&view=article&id=1409:stefano-rolando-intervento-a-conclusione-presentazione-qcitytellingq-triennale-milano-171214&catid=39:testi&Itemid=63

Ultimo aggiornamento Venerdì 19 Dicembre 2014 15:29
 

27

Nov

2014

Seminario EESC UE a Milano su Media ed Europa.Oggi l'apertura
 
alt 

 
Il rapporto delle città europee con la variazione della comunicazione narrativa connessa al loro brand. Storia ed eventi producono mutamenti. Dai segni grafici al più ampio e complesso racconto della identità urbana.
Nel corso del semestre di presidenza italiana della UE in due occasioni il tema “brand Milano” è stato oggetto di una articolata conferenza con cui Stefano Rolando ha illustrato immagini e commenti allo sviluppo del programma.
 La prima volta a Bruxelles in occasione di Europcom 5, conferenza annualepromossa dal Comitato delle Regioni e delle Città della UE, nell’ambito del Parlamento europeo, con la partecipazione di un migliaio di operatori di comunicazione pubblica di tutta Europa, il 15-16 ottobre 2014. 
La seconda volta oggi a Milano in occasione del convegno promosso dal Comitato Economico e Sociale della UE, con il patrocinio del Comune di Milano, sul tema "Europa, media e società civile" a Palazzo Reale il 27 e 28 novembre. Con interventi di apertura di Hans Joachim Wilms,  Chiara Bisconti, Guillaume Klossa e Stefano Rolando. Nelle foto l’apertura e il manifesto dell’evento.
 
 

16

Nov

2014

Dibattito alle Stelline su "Goddbye Province.E ora quali prospettive?"
Si è svolta ieri sera alla Fondazione Stelline a Milano, nel quadro di BookCity,la presentazione del libro di Silvia Paterlini “Goddbye Province” (Guerini e associati, 2014) con discussione sulla prospettiva delle città metropolitane a cui hanno partecipato, moderati da Alberto Giannoni (Il Giornale), Piercarla Del Piano, Dario Rigamonti, Massimo Rebotti, Bruno Dapei e Stefano Rolando  (professore alla Università Iulm  e presidente del Comitato Brand Milano) del quale è oggi  pubblicato l’intervento su Linkiesta.



http://www.linkiesta.it/blogs/buona-e-mala-politica/goddbye-province-quali-prospettive
 

12

Nov

2014

Il programma della sessione del Club of Venice (Roma 13 e 14 novembre 2014)
CLUB OF VENICE
PLENARY MEETING, 13-14 November 2014
Roma, Italia
Meeting facility:
premises of the Ministry of Cultural Heritage and Activities and Tourism,
Sala del Consiglio, via del Collegio Romano, 11 (tbc) 
 
DRAFT AGENDA (as of 16.9.2014)
Meeting languages : IT / EN / FRA
Thursday 13 November
9.30 – 10.00
OPENING STATEMENT
 Welcome by the Italian hosting authorities (representatives from the Presidency of the Council of the EU or from the PM Office or from the local authorities)
STEFANO ROLANDO, IULM university Milan / President of the Club of Venice
10.00 - 12.45
PLENARY SESSION
 
re-shaping public communication and cooperation
 
Debate on the state of play and future cooperation at interinstitutional and inter-governmental level (on the basis of Members' reactions to the attached short reflection paper)
o             Introductory intervention by Federico Garimberti, Spokesperson of the Italian Presidency of the Council of the EU
§          Reactions (round table):
-        EU Member States (including feedback on recent capacity-building related progress)
-        EU Institutions
-        External specialists (TechPolitics, Adenauer Foundation, Mercator Foundation)
§          Reflections on the Club of Venice added value in this field
 
14.15 - 17.00
Plenary session
governments and civil society
Cooperation in progress
o      KEY-NOTE-Danish Case Study: Lars Klüver, Director of the Danish Board of Technology: "The new course: fostering participatory democracy in an evolving communication society" – Citizens’ involvement in the            decision-making process"
·                     Reactions and concrete experiences:
-       presentation by Verena Nowotny: How to communicate the Transatlantic Trade and Investment partnership topic (TTIP) as a honest broker: the role of the Commission and governments in explaining the mechanisms of international negotiations (dispelling fears and wrong perceptions through reliable and timely factual information);
-       Italy’s activities in the framework of the programme “Europe for Citizens”;
-       poss. feedback from Slovenia, Latvia and other MS;
-       Philipp Maderthaner, http://campaigning-bureau.com/#mission);
·                      Round table with EU MS, Institutions and Committees, and external guests
Friday 14 November
9.15 – 12.45
PLENARY SESSION
challenges for government communication
Seeking coherence between communication and politics and synergies among the communication players
o       Communicating sustainable growth and development
·              Introduction by Enrico Giovannini, Advisor to the UN        Secretary-General, former Italian Minister for        Employment and Social Policies
·              Contribution by Andrea Renda, CEPS' specialist
·              Feedback from Member States
·              Debate with MS and Institution 
o      Communicating on immigration and integration
·               The EU's role (poss. FRONTEX 2 - perspectives)
o         poss. intervention by the Commission
o         one representative from the Italian Ministry of Interiors)
·               Round table: Member States' views on communication and information provision
12.45 – 13.00
Conclusive session
o         Issues emerged and future development of the informal (Club) and formal debate (government and institutions)
Club planning 2015-2016 (plenaries, joint seminars, thematic meetings and workshops
 

20

Ott

2014

Pubblicato il "Sistema Identità Visuale" di Firenze
Pubblicato sul sito del Comune di Firenze il manuale del Sistema di Identità Visuale della città.
Testi introduttivi di Giovanni Carta, Walter Sardonini e Stefano Rolando

http://dominoweb.comune.fi.it/OdeProduzione/FIODEWeb2.nsf/0/82D527F0A3F36153C1257CAB007E7F08/$FILE/SIV%20Firenze_2014.pdf
 

06

Ott

2014

Passeggiate tematiche al Monumentale con i cittadini milanesi
alt   alt

Un'intera giornata di eventi a ingresso gratuito per riscoprire il Cimitero Monumentale tra passeggiate tematiche, musica, arte e teatro. Domenica 5 ottobre  dalle 10 alle 18 prosegue “Monumentale: Museo a Cielo Aperto”, la rassegna ideata dal comune di Milano e dalla Fondazione Milano - Scuole Civiche per valorizzare e promuovere un luogo suggestivo e ricco di bellezze artistiche. 

Saranno molti i percorsi tematici che i visitatori potranno seguire alla scoperta delle caratteristiche e delle curiosità custodite nel Cimitero. 

Ospiti speciali condurranno le tre "Passeggiate nei viali dell’eternità in compagnia di protagonisti della Milano di oggi": alle 10.30 Livia Pomodoro, presidente del Tribunale di Milano, accompagnerà i visitatori in un percorso dedicato a Teresa Pomodoro e il teatro; alle 11.00 è la volta di Stefano Rolando, professore di comunicazione pubblica all'Università IULM e presidente del Comitato Brand Milano, con un itinerario alla scoperta di illustri milanesi nativi e adottivi. Nel pomeriggio alle 15.30  Laura Nicora, musicologa e esperta di manoscritti e autografi, porterà i visitatori alla scoperta della grande musica tra le tombe del Cimitero Monumentale. 

Il testo della conversazione di Stefano Rolando al link (in questo sito)
http://www.stefanorolando.it/index.php?option=com_content&view=article&id=1386:milanesi-nativi-e-adottivi-conversazione-con-i-cittadini-cimitero-monumentale-5-ottobre-2014&catid=39:testi&Itemid=63


 

Ultimo aggiornamento Martedì 07 Ottobre 2014 12:42
 

25

Set

2014

La relazione di S. Rolando "Sandro Pertini un secolo di storia italiana" (Cinisello B. 20.9.14)
Pubblicata la relazione di Stefano Rolando al convegno "Sandro Pertini. Un secolo di storia italiana" (Cinisello Balsamo, 20 settembre 2014.
http://www.stefanorolando.it/index.php?option=com_content&view=article&id=1382:sandro-pertini-un-secolo-di-storia-italiana-relazione-a-cinisello-balsamo-20-settembre-2014&catid=39:testi&Itemid=63
Ultimo aggiornamento Giovedì 25 Settembre 2014 11:47
 

23

Set

2014

Stefano Rolando al Rotary Manzoni Studium su "brand Milano e Expo 2015"
Breve sintesi dell'intervento.

Il prof. Stefano Rolando insegna Teoria e tecniche della comunicazione pubblica all’Università Iulm di Milano, è stato direttore generale dell’informazione alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e direttore generale del Consiglio regionale della Lombardia, dirigente alla Rai e all’Olivetti, direttore generale dell’Istituto Luce. Dal 2012, incaricato dal sindaco di Milano, presiede il Comitato Brand Milano. Scopo del Comitato è di analizzare il patrimonio simbolico collettivo della città (materiale e immateriale) nella sua evoluzione storica e nei suoi probabili cambiamenti futuri per orientare una rigenerata “narrazione” della città soprattutto in vista di grandi eventi. Da qui l’illustrazione fatta ai Soci del Rotary Manzoni Studium lunedì 22 settembre di come guardare oggi al “brand Milano” inteso come un insieme identitario della comunità che ha due importanti appuntamenti nel 2015, l’Expo e l’avvio della Città metropolitana.
Nella sua relazione ha esaminato alcune grandi trasformazioni di racconto della città dall’Expo del 1906 – tutto orientato alla promessa industriale e tecnologica – all’Expo del 2015. Una città che vive una ormai lunga stagione di economia mista (manifatturiera ma sempre più creativa e dei servizi) e che trasforma la città in senso più globale e ormai a breve con dimensione metropolitana, due cambiamenti che modificano sostanzialmente identità e storytelling della città. Un racconto che non può essere fatto dalle sole istituzioni, ma da tutto il  sistema sociale, produttivo, mediatico. E che quindi comporta confronti, dibattiti, conflitti e sintesi. Ma che poggia anche sul vivo interesse dei cittadini – anche dei giovani – per recuperare padronanza della propria storia e della propria identità, soprattutto quando ciò comporta una migliore condizione per progettare il futuro. Quanto ad Expo – come è avvenuto in altre parti del mondo – il racconto di Milano (città ospitante) si integrerà con quello dell’Italia cercando di cogliere il senso profondo della tematica (che non è mangiare ma “nutrire il pianeta”), quindi un grande tema su cui Milano ha l’esperienza di una città dei diritti (da Costantino a Beccaria) e di una lunga evoluzione della tecnologia alimentare oggi al servizio di un causa di squilibrio planetario.
 

02

Set

2014

Europa e comunicazione. Scadenze nel semestre di presidenza italiana UE
Tratto dall'articolo di Stefano Rolando
Europa alla ricerca di nuova narrazione
Europaquotidiano, 6 agosto 2014

Eventi da settembre a dicembre 2014 sul tema Europa e comunicazione
La presidenza italiana colloca al centro del proprio percorso un rassemblement di esperti istituzionali e della comunicazione (soprattutto media) chiamati a Roma (Maxxi, 12-13 settembre) per discutere su “The promise of the Eu”. Lo spunto parte della Dg Com della Commissione che in collaborazione con l’Uer (la rappresentanza delle tv pubbliche europee) e il governo italiano vuole rifocalizzare il tema all’inizio della ripresa dopo l’agosto (i panel si stanno definendo).

Il Comitato delle Regioni e delle città Ue rinnova l’appuntamento annuale a Bruxelles di Europcom (15 e 16 ottobre) sul tema “Imag(in)ing Europe”, aprendo il dialogo con creativi e mondo dell’informazione per nuove strategie di comunicazione e design che rilancino l’Europa. E mette in agenda il ruolo delle istituzioni territoriali, cioè di prossimità, nelle strategie che finora gli Stati svolgono con eccesso di prudenze diplomatiche.

Il Comitato economico e sociale Ue – ascoltando la domanda delle imprese e delle rappresentanze del lavoro – spinge per rimettere al centro la questione generale dell’uscita dalla crisi e profila un appuntamento a Milano (27 e 28 novembre) su “Civil Society Media Seminar” dedicato all’immagine Ue in tv e media e all’efficacia del racconto delle misure anticrisi.

E infine il Club of Venice (segretariato presso il Consiglio Ue) chiama a raccolta a Roma (13 e 14 novembre) i direttori della comunicazione istituzionale di paesi e istituzioni Ue per vedere se tecnologie e rinnovamento della classe dirigente sbloccano o no l’impasse comunicativo dell’Europa, con specifica concentrazione sui temi dello sviluppo e della crescita.
 

 

01

Lug

2014

Brand Milano. Fase due ampliare la riflessione (26 giugno 2014)
Milano Museo del Memoriale-Binario 21 (Stazione Centrale) 
 
L’assessore Franco D’Alfonso (Attività produttive, Commercio, Turismo, Marketing territoriale) ha promosso una discussione con operatori professionali e di servizi pubblici scegliendo un luogo caratterizzato per custodire una pagina molto significativa della storia identitaria della città, il Museo del Memoriale al Binario 21 della Stazione Centrale.
Nella prima parte – dopo il saluto di Roberto Jarach - presentando i risultati delle esperienze condotte nella prima fase di attuazione del programma, con la sintesi dei video girati dalle Scuole civiche di spettacolo, con la lettura dei “messaggi” dei visitatori alla Mostra della Triennale e con una rendicontazione delle dinamiche partecipative sollecitate dagli eventi programmati.
Nella seconda parte (conclusa da Stefano Rolando) si è presentato l’ampliamento dell’attività (verso le periferie, la dimensione della città metropolitana e le scuole) prevista per autunno con la conclusione del percorso convocando prima di Expo 2015 un Forum di discussione sulle nuove linee di racconto della città.
Hanno partecipato alla discussione gli assessori Filippo Del Corno (Cultura), Cristina Tajani (Innovazione e lavoro), Chiara Bisconti (Sport e benessere) e rappresentanti di realtà pubbliche e privata tra cui consiglieri di Fondazione Fiera Milano, Amsa, ATM, A2A,
 

09

Giu

2014

La Rai e Milano. Convegno al CRL promosso dalla Fondazione Paolo Grassi.
La Rai e Milano. Storia controversa, prospettiva necessaria.
Convegno promosso da
Fondazione Paolo Grassi- La voce della cultura
Con il patrocinio del Comune di Milano e del Consiglio regionale della Lombardia
Grattacielo Pirelli, Milano venerdì 6 giugno 2014 dalle 9.30 alle 18.30
 
Nota per la stampa
 
A chiusura del convegno su “Televisioni e culture” (promosso dalla Fondazione Paolo Grassi nel 2013, presso la Fondazione del Corriere della Sera a Milano, aprendo un filone di riflessione sul rapporto tra media e cultura dopo ripetute esperienze in materia di politiche per il teatro e lo spettacolo) l’impegno dell’organismo culturale –  fondato nel 2006 e partecipato da intellettuali e operatori culturali in parte vicini al fondatore del Piccolo Teatro che fu anche Sovrintendente della Scala e presidente della Rai scomparso nel 1981 – era stato quello di impostare una proposta di approfondimento su temi concreti.
Ed ecco che, con il convegno del 6 giugno al Grattacielo Pirelli, la chiamata a discussione riguarda alcuni settori (il sistema politico-istituzionale, gli operatori artistici e culturali, gli analisti e gli studiosi del sistema universitario, il management della Rai, alcuni settori chiave della creatività del territorio milanese) a valutare lo stato della relazione Rai-Milano sotto il principale aspetto delle connessioni produttive e quindi in quella logica di “economia della cultura” individuata come una risorsa strategica per lo sviluppo territoriale e nazionale. E anche come una chiave di racconto importante della Milano che si prepara a Expo 2015.
Storia controversa, prospettiva necessaria” dice infatti il titolo dell’incontro articolato nelle tre ottiche di “ieri, oggi e domani”.
Sarà l’ex-sindaco di Milano  Carlo Tognoli a ricordare i nodi del “dossier Rai” che il Consiglio comunale della Città affidò a Paolo Grassi e a Pino Glisenti – due milanesi nominati presidente e direttore generale nella Rai del dopo riforma nel 1977 – con la speranza di portare a soluzione molte attese e molti profili di un rapporto che evidentemente non poteva – come non può – limitarsi agli equilibri del “decentramento” ma investire in modo più strategico le sinergie culturali e creative presenti nel territorio. Molti gli irrisolti del successivo trentennio. A volte nascosti dietro problematiche pur importanti (infrastrutture e sedi, per esempio) ma non portati a maturazione nel campo degli orientamenti industriali, produttivi e di intreccio con l’evoluzione della multiforme trasformazione del sistema culturale e creativo di una città che, per prima tra le città italiane, ha impostato da tempo attorno all’economia immateriale una parte rilevante del suo quadro occupazionale e di produzione del reddito. Teatro e musica, centri di spettacolo, d’arte  e di performances (con relativi importanti ambiti formativi), grande rete universitaria umanistica e scientifica, sistema internazionalizzato della creatività legata alla moda e al design, sviluppo tecnologico dell’editoria e del sistema mediatico, eccetera), ciascuno operante in una rete globale cioè con radicamenti e interazioni in tutto il mondo. Quale patto oggi – chiede la Fondazione Paolo Grassi nell’annunciare il convegno - può essere rigenerato attorno al rapporto che una grande azienda televisiva, espressione della natura di un servizio pubblico nazionale e quindi sostenuta tanto da risorse private (la pubblicità) quanto da risorse sociali e pubbliche (il canone e le convenzioni), con questo tessuto creativo che dappertutto genera nuovo forme di alimentazione produttiva del mercato audiovisivo?
Le questioni saranno poste dai rappresentanti della Fondazione Paolo Grassi (il presidente Davide Rampello e il prof. Stefano Rolando, docente allo Iulm, che fu in Rai stretto collaboratore di Paolo Grassi) e saranno oggetto di riflessioni sulle dinamiche che hanno portato all’attuale quadro di rapporti (lo faranno l’ing. Luigi Mattucci che fu direttore della sede della Rai negli anni ’80 e i professori universitari a Pavia Riccardo Puglisi e a Torino Peppino Ortoleva), per delineare un dibattito centrale sullo sviluppo di una domanda di nuovi rapporti dei molti settori interessati (previsti gli interventi di Sergio Escobar, direttore del Piccolo Teatro di Milano, di Giovanna Maggioni, direttore generale UPA, di Fiorenzo Grassi, direttore dell’ Elfo Puccini, di Elisabetta Sgarbi, direttrice della Milanesiana, di Marco Follini neo-presidente dell’Associazione dei produttori televisivi, di Franco Iseppi presidente del Touring Club Italiano e già direttore generale della Rai, di Armando Branchini, vicepresidente della Fondazione Altagamma).
Importanti le riflessioni – in questo dibattito – di componenti trasversali di questo “dialogo percettivo e produttivo”: il mondo sociale e spirituale (don Davide  Milani, portavoce del cardinale di Milano Angelo Scola), il sistema universitario aperto all’internazionalizzazione (il prof. Giovanni Azzone rettore del Politecnico), il sistema mediatico territoriale (il vicedirettore del Corriere della Sera Giangiacomo Schiavi).
E importanti anche le voci che si riconnettono alla sfida di Expo : attesa la presenza del ministro delegato per Expo Maurizio Martina e confermata quella del presidente della Associazione Globus et Locus Piero Bassetti.
Esponenti della Rai intrecceranno queste riflessioni (a cominciare dal direttore generale dell’azienda Luigi Gubitosi, previsto nelle conclusioni, al consigliere di amministrazione Antonio Pilati e al direttore del Centro di produzione della Rai a Milano Roberto Serafini).
Per i caratteri dell’azienda pubblica e per il rilievo che avrà il rinnovo della concessione Stato-Rai esponenti della politica e delle istituzioni sono parte integrante del dialogo e della riprogettazione di questi rapporti: il sindaco di Milano Giuliano Pisapia, il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni e il presidente del Consiglio regionale della Lombardia – che ospiterà la conferenza - Raffaele Cattaneo interverranno nelle conclusioni. Mentre i due ex-ministri delle Comunicazioni l’on. Paolo Gentiloni del PD e l’on. Paolo Romani di FI interverranno (con specificità sul tema in discussione)  sulle prospettive del rinnovo della Concessione; e il Vicepresidente della Commissione Affari Istituzionali del Consiglio regionale Fabio Pizzul contribuirà al dialogo riguardante il rapporto tra impresa e territorio.
Parteciperanno ai lavori con ruolo di coordinamento generale e di moderazione dei panel Francesca Grassi, Mimma Guastoni, Antonio Calbi e Stefano Merlini
 
 

09

Giu

2014

Club of Venice, conferenza a Riga. Com e voto europeo
Club of Venice
Conferenza a Riga ( Lettonia). Comunicazione e analisi del voto europeo. Strategie per arginare astensione e rianimare partecipazione

 
alt


 
(Riga, 5 giugno 2014) - Si è aperta oggi al Ministero degli Esteri della Lettonia a Riga (sarà la Lettonia a succedere all'Italia alla presidenza di turno della UE, il primo gennaio 2015) la conferenza del network dei responsabili della comunicazione dei governi e delle istituzioni europee, per svolgere una prima analisi del "dopo voto", con una lettura del chiaroscuro comunicativo che è evidente dai risultati. 
Due gli interventi di apertura, quello del ministro degli Esteri della Lettonia, Edgars Rinkevics e quello del presidente del Club of Venice Stefano Rolando.
Il ministro Rinkevics ha tra l'altro detto: "Ci sono ora due tendenze nella reazione del sistema dei paesi membri, tra di loro contraddittorie. La crisi economica non e' finita e per contrastarla serve più integrazione. Ma alcuni paesi stanno dicendo il contrario, tra essi la Gran Bretagna. Il tema e' aperto e peserà molto sulle due prossime presidenze, quella italiana e quella lettone".
Il presidente del coordinamento europeo del CdV ( che riunisce da 28 anni una rete ormai di 35 responsabili, nazionali e comunitari), Stefano Rolando, ha ricordato alcuni punti critici: "Il dato finale del 56,1% di astensione - per il quale i partiti europei più votati, il PPE e il PSE, ottengono in realtà l'11% e il 10% dei consensi dei cittadini con diritto di voto,  apre questioni politiche, istituzionali e comunicative. Lo storytelling dell'Europa non è finito con la conquista della pace. Ma malgrado l'accento pro o contro l' Europa, ovvero questa Europa, che le elezioni hanno avuto, non si è profilato un nuovo storytelling affidato ora alla nuova governance". 
Molti i contributi in programma. Sull'analisi del voto relazioni della tedesca Mayte Peters (Publixphere) e dell'inglese Stephen Clark  direttore delle Relazioni con i cittadini del Parlamento europeo. Sulle strategie comunicative per fronteggiare la crisi economica, dibattito coordinato dal lettone Zigurds Zakis con la partecipazione dei delegati di quasi tutti i paesi. Conferenza di Anne Gregory (Università di Leeds) sui profili integrati (politici, economici, giuridici e comunicativi) della formazione dei leaders del futuro. Infine analisi dell'agenda dei punti innovativi delle iniziative nei paesi membri (Public diplomacy, cooperazione e partenariato, innovazione tecnologica) e in particolare sui nuovi indirizzi del tema "capacity building" in materia di comunicazione istituzionale.
Ancora il ministro degli Esteri Rinkevics ha fornito nel corso della sessione anticipazioni sui profili della presidenza lettone nel 2015. "Sarà centrata sulla crescita economica - ha detto - con alcuni punti che ci caratterizzano. L'innovazione è un tema caro ai paesi baltici, ma anche il tema del partenariato verso l'est in particolare e' messo in agenda con grande rilievo dalla vicenda ucraina". 
Prevista nelle conclusioni dei lavori - con il coordinamento del segretario generale del CdV Vincenzo Le Voci ( Consiglio UE) - la tematizzazione  della conferenza autunnale in svolgimento in Italia, nel quadro del semestre di presidenza italiana, che sarà promossa dal Dipartimento Affari Europei della Presidenza del Consiglio dei Ministri. 
Presente alla seduta di apertura dei lavori l' ambasciatore d'Italia in Lettonia Giovanni Polizzi. 


La relazione introduttiva al link
http://www.stefanorolando.it/index.php?option=com_content&view=article&id=1372:la-rai-e-milano-relazione-introduttiva-stefano-rolando&catid=39:testi&Itemid=63

 
Ultimo aggiornamento Lunedì 09 Giugno 2014 12:22
 
Altri articoli...
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 17