I colleghi di Sara (Corriere della Sera,2.12.2020)

Questo inusuale necrologio (sul Corriere di oggi, realizzato dai colleghi di Sara Melodia alla Lux Vide) è emozionante.

Non solo per la trovata narrativa, che non si sovrappone e interpreta culturalmente Sara.

Ma in particolare perché racconta anche due vicende che si intrecciano.

Quella della storia formativa che nelle generazioni ha fatto di una famiglia un luogo speciale di interpretazione e di rigore. Quella di un ambiente di lavoro – parlo dell’insieme di televisione, cinema ed editoria – che è stato anche il mio ambiente di lavoro, dove nel tempo della vita professionale di Sara hanno convissuto molte storie. Dalle più scoraggianti alle più luminose. Questa vibrante testimonianza rende a Sara la sua luce, ma ci ricorda, in questa pandemia e in questa crisi del lavoro nella cultura e nello spettacolo, importanti ragioni di speranza.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *