Congedi: Fabio Fabbri (Ciano d’Enza, oggi comune di Canossa, 15 ottobre 1933 – Parma, 4 gennaio 2024).

Roma, all’ingresso di Palazzo Chigi (1992)

Voglio ricordare con un pensiero affettuoso, memore di tanti momenti intensi vissuti in comune, Fabio Fabbri, avvocato, parlamentare, sottosegretario e ministro, scomparso nella sua Parma all’età di 90 anni il 4 gennaio.  Guanto di velluto all’emiliana, ma filo di ferro sulle questioni di principio.  Sottosegretario alla PCM nel primo governo Amato, aveva anche le deleghe per l’informazione e l’editoria che amministrava  con saggezza, rispetto per le competenze amministrative e scrupolo giuridico. Senatore della Repubblica per cinque legislature (1976-1994), fu  tessitore impareggiabile come capogruppo al Senato, a cui tra l’altro era affidata la gestione (parola grossa ma l’esercizio della sobrietà è spesso maturità politica) del senatore Sandro Pertini.

Con i governi Cossiga, Forlani e Spadolini è stato  sottosegretario Agricoltura e foreste. Con il governo Craxi ministro per le politiche comunitarie (1986-1987), con il governo Fanfani ministro per gli Affari regionali (1982-1983), con il primo governo Amato sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri (1992-1993), con il governo Ciampi ministro della Difesa (1993-1994). Cavaliere di Gran Croce al merito della Repubblica (dal maggio 1994).

6.1.24 – Ricevo da Giuliano Amato questo messaggio:

Mi associo al tuo ricordo, Stefano. Era un uomo che conosceva e praticava come pochi la lealtà e l’amicizia.

8.1 24

Ritrovo una foto del 1992, in avviamento di una conferenza stampa a Palazzo Chigi con il sen. Fabio Fabbri. Solo per segnalare il buon umore (malgrado le preoccupazioni del tempo) del nostro lavoro.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *