Lettere dalla Merica  – n. 2/2024 , 3. 2. 2024. Trump, il protettore (della Costituzione?)

President Donald Trump smiles during a visit to Mount Rushmore National Memorial near Keystone, S.D., on July 3, 2020. (AP Photo/Alex Brandon)

Paolo Giacomoni

C’è un gran daffare per gli avvocati di Trump, in questi giorni.

Alcuni stati americani come il Colorado e il Maine, per esempio, hanno deciso in base al 14 Emendamento della Costituzione che, essendo stato Trump coinvolto in una ribellione o in una insurrezione contro gli Stati Uniti pur avendo giurato di sostenere la costituzione, non può avere nessuna funzione in seno agli Stati Uniti (e tanto meno la funzione di Presidente, NdR).

In base a questo emendamento, quegli stati hanno decretato che il nome di Trump non può apparire sulle loro schede elettorali.

Gli avvocati di Trump sono al lavoro per dimostrare che il 14° Emendamento non si applica a Trump in quanto il Presidente neo-eletto giura di conservare, proteggere e difendere la Costituzione, mentre il 14° Emendamento si applica a coloro che hanno giurato di sostenere la costituzione.

Forse gli avvocati di Trump vogliono farci credere che il Presidente protegga la Costituzione con un ombrello quando piove, per evitare che si bagni, che la conserva in un’atmosfera a bassa temperature per evitare le muffe tra le pagine, e che la difende contro gli attacchi dei tarli con il DDT, mentre non ha mai giurato di tenerla in mano, a braccia tese verso l’alto?

Smetto qui i miei commenti e fornisco i testi, arzigogolati più di quanto avrebbe fatto Azzeccagarbugli, per permettervi una riflessione autonoma sul problema lessicale che può diventare una delle cause della tragedia americana attesa per novembre.

Amendment 14, Section 3.

No person shall be a Senator or Representative in Congress, or elector of President and Vice-President, or hold any office, civil or military, under the United States, or under any State, who, having previously taken an oath, as a member of Congress, or as an officer of the United States, or as a member of any State legislature, or as an executive or judicial officer of any State, to support the Constitution of the United States, shall have engaged in insurrection or rebellion against the same, or given aid or comfort to the enemies thereof. But Congress may by a vote of two-thirds of each House, remove such disability.

Emendamento 14, sezione 3.

Nessuno potrà essere Senatore o Rappresentante al Congresso, o elettore del Presidente e del Vicepresidente, né ricoprire alcuna carica, civile o militare, sotto gli Stati Uniti, o sotto qualsiasi Stato, che, avendo precedentemente prestato giuramento, in qualità di membro del Congresso, o come funzionario degli Stati Uniti, o come membro di qualsiasi legislatura statale, o come funzionario esecutivo o giudiziario di qualsiasi Stato, per sostenere la Costituzione degli Stati Uniti, si sarà impegnato in un’insurrezione o ribellione contro il stesso, o dato aiuto o conforto ai suoi nemici. Ma il Congresso può, con un voto di due terzi di ciascuna Camera, rimuovere tale disabilità.

 Presidential Oath

“I do solemnly swear (or affirm) that I will faithfully execute the Office of President of the United States, and will to the best of my ability, preserve, protect and defend the Constitution of the United States.”

Giuramento presidenziale

Giuro (o affermo) solennemente che adempirò fedelmente la carica di Presidente degli Stati Uniti e che, al meglio delle mie capacità, preserverò, proteggerò e difenderò la Costituzione degli Stati Uniti“.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *